RESTO PARTIGIANA DEL SUOLO CONTRO GLI ENERGIVORI AMMINISTRATORI COMUNALI

Villa MersiHo vissuto nella collina est di Trento per quindici anni e vi ho vissuto negli anni in cui ho usufruito, come madre lavoratrice, della scuola dell’infanzia e della scuola primaria di Villazzano.  Dico questo non per personalizzare l’intervento con racconti di vita familiare, ma per far capire che conosco bene la zona e i problemi legati al parcheggio selvaggio che occupa la bellissima piazza del sobborgo.

L’utilizzo selvaggio della piazza non deve, però, indurci ad approvare la costruzione di un parcheggio ancora più vicino alle scuole di quelli già esistenti, visto che nello stesso sobborgo sono  presenti il parcheggio vicino la farmacia, difronte la chiesa, non distante dalla scuola primaria e neanche dalle due scuole dell’infanzia, il parcheggio coperto sotto il cortile della scuola primaria e c’è anche la possibilità di parcheggiare alcune auto nel piazzale vicino ai nuovi ambulatori.

È inoltre sempre presente in piazza il vigile di quartiere nell’orario di uscita della scuola primaria, che garantisce l’uscita in maggior sicurezza dei bambini e delle bambine.

Un po’ più distante, ma pur entro le distanze di un piccolo sobborgo come Villazzano, c’è il parcheggio del cimitero.

La possibilità di parcheggiare a breve distanza dalle scuole, senza parcheggiare in piazza,esiste già ora ed è anche educativo per i bambini e le bambine percorrere qualche breve tratto a piedi per raggiungere la scuola.

È per queste ragioni che ho dichiarato la mia contrarietà alla delibera illustrata dal vicesindaco Biasioli e che prevede la costruzione di un parcheggio di circa 3000 metri quadrati vicino una delle due scuole dell’infanzia e il recupero a verde urbano del già esistente parcheggio di 2700 metri quadrati.

Tale operazione costa intorno ai 150000 euro e l’assurdità consiste proprio in questo gioco del recupero a verde di un parcheggio già esistente e della cementificazione di un’area agricola, con conseguente cambio di destinazione d’uso, per costruire un altro parcheggio di dimensioni simili.

Il tutto si svolge nel giro di pochi metri. Chi conosce Villazzano sa che il sobborgo può essere facilmente percorso a piedi, raggiungendo, senza fatica, ogni luogo del sobborgo.

Nel ciclo vitale di ogni manufatto bisogna prendere in considerazione il bilancio energetico globale che comprende la sua messa in opera, il suo mantenimento in essere e la sua eventuale demolizione con cambio di destinazione d’uso.  Se si considera tale bilancio, ogni operazione di demolizione e ricostruzione in loco o altrove rappresenta un consumo di energia che non possiamo più permetterci, anche quando si recupera un’area a verde urbano se un’altra area verde viene cementificata.

Ebbene, la delibera è stata approvata con tutte le forze politiche favorevoli. L’unico voto contrario è stato il mio, mentre i tre colleghi del movimento 5 stelle si sono astenuti.

Resta forte la mia preoccupazione dettata dalla mancanza della visione globale della nostracementificazione città e dei suoi sobborghi che aiuti la transizione verso la conversione energetica e fermi il consumo di suolo.

Resta forte lo sdegno nel costatare l’ignoranza scientifica di chi assume decisioni importanti per la nostra città e per i suoi sobborghi.

Annunci

2 commenti

  1. Rigotti Andrea · · Rispondi

    Sembra il gioco delle due imprese: quella che scava le buche e l’altra che le riempie, tanto sono pagate con denaro pubblico!

    Mi piace

  2. […] rusorse energetiche e denaro pubblico, che si consumi suolo per opere inutili e costose, come il parcheggio di Villazzano o, peggio ancora, il centro […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: