LABORATORIO SOCIALE OFFICINA PIEDICASTELLO: UN RIDICOLO FLOP DELLA LEGA NORD

FB_IMG_1472055408153Riporto il comunicato dei responsabili del progetto IDEE AL BERSAGLIO, necessario chiarimento dopo la conferenza stampa della lega Nord del Trentino e il loro incredibile abbaglio sul progetto a Piedicastello.

Il progetto Idee al Bersaglio finanziato dal CSV ė nostro e il finanziamento, ottenuto con bando pubblico, non è della Provincia.

Incredibile abbaglio della Lega Nord sul progetto a Piedicastello finanziato dal CSV, bastava informarsi, anche solo sui social, per apprendere che il progetto Idee al Bersaglio, è una delle tante iniziative del Laboratorio Sociale Officina Piedicastello, aperto a tutti, come hanno dimostrato le assemblee pubbliche, gli incontri, i laboratori, i concorsi promossi fino ad ora.

Il capofila, che nei progetti è il leader e gestirà il budget, non è il Centro Sociale Bruno ma l’associazione Ingegneria Senza Frontiere che ha sede presso Mesiano, composta da tanti ingegneri e studenti. Tra i diversi partner ci sono associazioni attive presso il Bruno che hanno partecipato alle nostre attività, come avrebbe potuto fare chiunque altro. Il Laboratorio Sociale Officina Piedicastello è aperto a tutti, vi partecipa chi fa ed ha voglia di fare.

Evidentemente gli attivisti, ma quello che è ancor più grave, gli amministratori della Lega Nord ignorano il funzionamento delle procedure di evidenza pubblica come quella con cui il progetto ha ottenuto il finanziamento.

Il finanziamento del progetto “Idee al Bersaglio” deriva da una selezione pubblica attraverso un bando, anch’esso pubblico, del CSV, la cui partecipazione è libera.

Inoltre, forse alla Lega sfugge che i Centri Servizio di Volontariato, esistono in tutta Italia in quanto previsti dall’art. 15 della legge quadro per il volontariato 266/91 e traggono risorse per il loro funzionamento dalle Fondazioni di origine bancaria, non dalle province.

Come avviene in ogni bando a evidenza pubblica, il Laboratorio Sociale Officina Piedicastello ha regolarmente presentato la sua proposta progettuale entro i termini stabiliti dal bando, rispettando le richieste presentate nel documento pubblico. L’esito positivo della selezione ci è stato poi notificato attraverso l’invio di una delibera ufficiale. Le modalità di spesa del budget sono riportate nei dettagli nelle tabelle consegnate per il bando, come avviene sempre.

Quindi si sa cosa si spende, chi lo farà e per quale azione concreta a favore della comunità.

L’iniziativa fa parte di una serie di attività molto più ampia e connotata da una partecipazione popolare trasversale nelle più diverse forme, dalle assemblee pubbliche alla pulizia manuale dall’immondizia delle aree di progetto, cosa non ignorata da chi ha risposto al nostro appello.

L’idea del progetto è nata grazie alla collaborazione di diversi soggetti e ad alcune iniziative svoltesi nella più assoluta trasparenza, come sempre nelle nostre attività.  Lo stesso Laboratorio Sociale è stato costruito attraverso un percorso aperto a chiunque volesse dare un contributo fattivo con riunioni, assemblee pubbliche, comunicati stampa, pagina facebook. Un esempio di ciò è la scelta del nostro logo tramite un concorso d’idee a cui hanno partecipato 12 proposte; la scelta della versione finale è stata sottoposta a voto pubblico tramite facebook con centinaia di voti.

Il progetto “Idee al Bersaglio” è una delle diverse iniziative promosse dal Laboratorio che, di volta in volta, sulla base delle proposte che arrivano dai vari attori e da eventuali bandi e sollecitazioni esterne, coinvolge gli interessati attraverso una serie di attività pubbliche preliminari.

Per quanto riguarda il progetto contestato esso è così strutturato:
– Lead partner: Ingegneria Senza Frontiere Trento
– Partner con ruolo di coordinamento: Laboratorio Sociale Officina Piedicastello
– Partner: Associazione Commons, ASD Polisportiva Clandestina, Richiedenti Terra, Cinemafutura

Il leader del progetto, Ingegneria Senza Frontiere, è una realtà, che da anni opera anche fuori Italia con progetti di cooperazione internazionale.

Alcuni dei partner hanno sede presso il Centro Sociale Bruno ed è un valore aggiunto visto che è uno spazio sociale all’interno del quartiere dove si vuole intervenire e i cui attivisti hanno partecipato alle assemblee e si sono sporcati le mani quando si è trattato di pulire l’area abbandonata del Lungadige S. Nicolò.

L’intervento, frutto di un percorso partecipato, sarà realizzato con la piena conoscenza del progetto e l’avvallo del proprietario delle aree, Patrimonio del Trentino.

Inoltre, la circoscrizione Centro Storico-Piedicastello è stata tempestivamente informata del progetto, anche tramite nota scritta, cui ha risposto positivamente con una lettera.

A questo punto sarà utile ricordare alcune delle tappe fondamentali per la stesura del progetto:

12 marzo 2016: giornata di pulizia e assemblea pubblica sull’area sul Lungadige S. Nicolò a cui hanno partecipato attivamente cittadini e associazioni che poi hanno preso parte al progetto Idee al Bersaglio. All’iniziativa hanno dato ampio spazio i media locali, compreso il TgR della RAI.

10 aprile 2016: banchetto pubblico di raccolta d’idee tenutosi in piazza a Piedicastello. I cittadini sono stati invitati, mediante la consultazione di una specifica mappa della zona, a lasciare le proprie idee sulle possibili destinazioni dell’area interessata dal progetto.

27 aprile 2016: incontro con i rappresentanti della circoscrizione in cui è stato reso noto l’intento di partecipare al bando Comunità Chiama 2016 con la proposta che poi ha preso il nome di “Idee al Bersaglio”

9 aprile e 21 maggio 2016 partecipazione ai laboratori di progettazione previsti dalla linea di finanziamento del progetto, a cui ci siamo regolarmente iscritti attraverso la procedura on line.

Per chiarire ulteriormente i principi del progetto, si sottolinea che le sei azioni proposte in “Idee al Bersaglio” sono TUTTE aperte a chiunque abbia voglia di partecipare e di fare.

Il progetto è impostato su un processo di partecipazione alle trasformazioni degli spazi urbani, tanto che CHIUNQUE partecipi al progetto può proporre la sua idea per la realizzazione di una delle azioni, alla sola condizione che sia condivisa con gli altri partecipanti.

Inoltre “Idee al Bersaglio” sta già ottenendo i primi, importanti, riconoscimenti fuori dal Trentino.

Il progetto verrà infatti presentato in occasione di uno degli eventi collaterali della Biennale di Architettura di Venezia il prossimo 24 settembre presso il palazzo Mora, proprio a Venezia, durante una delle più importanti kermesse internazionale di architettura!

Il Laboratorio Sociale Piedicastello ha un manifesto costitutivo che è stato presentato in un’assemblea aperta, a cui hanno partecipato circa 100 cittadini e che si è svolta il 27 ottobre dello scorso anno presso la sala della circoscrizione in via Verruca.

Nel nostro manifesto si legge: “Laboratorio Sociale Officina Piedicastello è un laboratorio finalizzato alla sperimentazione di pratiche di riappropriazione e gestione condivisa degli spazi urbani”.

E questo siamo, un Laboratorio che intende sviluppare progetti di rigenerazione urbana man mano che ha l’opportunità di farlo, senza pregiudizi di sorta.

Riteniamo Idee al Bersaglio una prima, importante occasione ottenuta grazie allo sforzo, alla collaborazione, all’impegno e all’ingegno di molti.

Per concludere, ringraziamo la Lega Nord perché ci ha dato un’ulteriore occasione per parlare del nostro progetto, proprio a ridosso del primo incontro di presentazione/organizzativo delle attività di Idee al Bersaglio che si terrà il prossimo 31 agosto presso la sala della circoscrizione in Via Verruca.

È stata data già ampia diffusione all’iniziativa, ma cogliamo l’occasione per invitare alla partecipazione tutti coloro che abbiano voglia di costruire con noi un’occasione di rigenerazione per un’area oggi abbandonata e residuale del quartiere di Piedicastello.

Per ulteriori info: Laboratorio Sociale Officina Piedicastello – officinapiedicastello@gmail.com; https://www.facebook.com/LabSociale.OfficinaPiedicastello/

Chiara Rizzi – LabSOP e coordinatrice del progetto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: