Archivio mensile:novembre 2016

NICOLETTA DOSIO A ROMA PER DIRE NO ALLA RIFORMA CHE DEFORMA LA COSTITUZIONE

Una grande donna per un grande No sociale    Annunci

NON UNA DI MENO: E I SOCIAL RIVELANO LA SCARSA IMPORTANZA CHE ANCHE A SINISTRA VIENE ATTRIBUITA ALLE DONNE

Pare che molti uomini di sinistra non diano rilevanza alla manifestazione di Roma contro la violenza degli uomini sulle donne.

MUORE A 17 ANNI CORRENDO VERSO IL FUTURO: CORRIDOI UMANITARI SUBITO

A Bolzano lunedì sera un giovane eritreo è morto, investito da un treno regionale, mentre cercava di saltare su un treno merci per superare il confine con l’Austria, per evitare i controlli delle polizie austriache. Tre suoi amici, che erano con lui, raccontano una storia che sembra tratta da un vecchio film americano ambientato nell’epoca […]

IL PD, SEMPRE PIÙ DEBOLE, OFFRE UN CONTENTINO AL M5S ALLA VIGILIA DEL VOTO SUL BILANCIO

Il Consiglio Comunale dedica quasi un’intera seduta alla discussione e approvazione di uno strumento inutile, che crea confusione di ruoli istituzionali. L’introduzione del registro della bigenitorialità come strumento simbolico, per sostenere il diritto di bambini e bambini alla bigenitorialità, diritto garantito dalla legge 54/2006, avrebbe come finalità l’accesso di entrambi i genitori a informazioni importanti […]

REGISTRO DELLA BIGENITORIALITÀ: STRUMENTO INUTILE CHE CREA CONFUSIONE DI RUOLI E DI CONTESTI

Durante la prossima seduta del consiglio comunale si discuterà in aula la proposta di delibera di Andrea Maschio del M5S, che prevede l’adozione del registro per la bigenitorialità e del relativo regolamento.

DOPO L’AGGRESSIONE AL LICEO PRATI VIA CASA POUND DALLA NOSTRA CITTÀ

Nei giorni scorsi, ho scelto il silenzio  con la stampa locale sul brutto episodio accaduto al liceo Prati di Trento per non unirmi al coro di chi esprime frasi di rito, ma poi non fa nulla per fermare l’espandersi del neofascismo a Trento. Ho scelto il silenzio perché noi dell’Altra Trento a sinistra abbiamo sempre […]

COSTITUZIONE: IL PESO DELLE PAROLE E LA LORO MANOMISSIONE

“Mi ha sempre affascinato l’idea che le parole – cariche di significato e dunque di forza – nascondano in sé un potere diverso e superiore rispetto a quello di comunicare, trasmettere messaggi, raccontare storie. L’idea, cioè, che abbiano il potere di produrre trasformazioni, che possano essere, letteralmente, lo strumento per cambiare il mondo.”