DOPO L’AGGRESSIONE AL LICEO PRATI VIA CASA POUND DALLA NOSTRA CITTÀ

2000px-hakenkreuz_im_verbotsschild-svg_1466882733_resize_460x400Nei giorni scorsi, ho scelto il silenzio  con la stampa locale sul brutto episodio accaduto al liceo Prati di Trento per non unirmi al coro di chi esprime frasi di rito, ma poi non fa nulla per fermare l’espandersi del neofascismo a Trento.

Ho scelto il silenzio perché noi dell’Altra Trento a sinistra abbiamo sempre posto l’attenzione sull’avanzare di nuovi fascismi anche nella nostra città.

L’Altra Trento a sinistra è stata l’unica formazione politica a porre l’antifascismo come primo punto del programma elettorale. L’unica ad aver proposto una mozione in consiglio comunale  MISURE CONTRO OGNI FORMA DI FASCISMO per chiedere a sindaco e giunta di ribadire il nostro essere antifasciste e antifascisti.

Il sindaco, iscritto ad Anpi, ha bocciato la mozione determinando la sua non approvazione per un solo voto.

Adesso si scopre che c’è una casa Pound a Trento, con soggetti violenti e provocatori, un tarlo nella nostra società che cerca proselitismo tra studenti e studentesse.

Adesso, dopo le frasi di rito di rapprresentanti di diverse istituzioni, mi aspetto una reazione delle istituzioni contro questo degrado della politica.

Si perché il degrado non sono le persone richiedenti asilo che arrivano, ponendoci in continua emergenza organizzativa, non sono le persone senza fissa dimora che bivaccano in piazza Dante, non sono le persone che chiedono elemosina.

Il vero degrado della nostra città è accettare che ci sia casa Pound.

Noi dell’Altra Trento a sinistra vogliamo che casa Pound venga buttata fuori dalla nostra comunità, chiediamo che le uniche persone da espellere da Trento siano i militanti e le militanti di questa brutta espressione neofascista.

E nel chiedere questo ringraziamo quegli studenti e quelle studentesse che hanno difeso la scuola pubblica antifascista dalla preesenza pericolosa, fastidiosa, insopportabile dei fascisti di casa Pound, ma esprimiamo preoccupazione per il pericolo di scontri violenti che potrebbero coinvolgere giovani della nostra città.

L’opposizione ai fascisti sia sempre non violenta.

Fermiamo casa Pound  ora, prima che sia troppo tardi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: