LA RESISTENZA NON SI DEVE FERMARE

Con un’email inviata all’Ufficio Consiglio Comunale, mi è stato fatto recapitare un messaggio, che trascrivo, invitando tutte e tutti a leggerlo fino in fondo.

Dopo la concessione lo scorso 11 marzo  ad una Onlus collegata a CasaPound nella vicina Montebelluna di una sala comunale e del patrocinio, poi ritirato a seguito anche di nostra sollecitazione, spiace rilevare e segnalare  che presso il Comune di Volpago per venerdì 31 marzo p.v. è stata  concessa ad uso gratuito una sala comunale per la presentazione del  libro “Il Campo dei Santi” di Jean Raspail, Edizioni di AR, da parte di Silvia Valerio e del Comitato “No Centro Accoglienza sul Montello”.

Il libro è stato e sarà oggetto di presentazione anche in altre parti d’Italia:

  • a Firenze, organizzata da il Fronte della Tradizione presso il Centro Sociale di Destra Casaggì
  • a Padova, organizzata da Lotta Studentesca Padova presso la sede di Forza Nuova
  • a Roma, Cagliari, Pesaro, Novara, Milano, Udine, Lanciano, Genova,  Modena, un ciclo itinerante organizzato per l’anno 2017 da Ordine Futuro presso propri Circoli, ove presenti.

È notizia di domenica 26 marzo u.s. (fonte: Trento Today) che il sindaco  di Trento, Andreatta, pur non entrando nel merito politico, ha revocato  la sala comunale per la presentazione del medesimo libro in quanto “il testo crea divisioni ed è contro lo  spirito di accoglienza”, dopo le polemiche degli ultimi giorni per la  concessione ottenuta dall’associazione Ordine Futuro.

Tante le richieste al Comune di annullare la concessione della sala. In prima fila Antonia Romano, consigliera comunale di Altra Trento a sinistra, che chiedeva di non far entrare in comune “chi semina  odio razziale ed è un pericolo per la coesione sociale“.

Il romanzo fantapolitico, scritto nel 1973, evoca eventi della nostra  attualità, come l’arrivo via mare di un numero considerevole di migranti in Europa, che il sociologo, autore del libro, immagina collocati nel  lusso dei quartieri alti, mentre quelli bassi sono in preda al crimine e a scontri violenti tra bianchi e neri.  

L’autore rappresenta una visione distorta del fenomeno della migrazione, tanto che negli ultimi anni il libro è diventato un riferimento per le  “nuove destre”, che denunciano la “grande sostituzione” demografica che sarebbe in atto nel Vecchio Continente.
Il linguaggio crudo e lo humour nero valsero al suo autore l’accusa di razzismo.

L’osservatorio contro il razzismo del Southern Poverty Law Center lo  segnala in un rapporto come testo di riferimento, oltre che dei  suprematisti ariani, anche dei neo nazisti della National Alliance di  William Pierce.

Parliamo ora delle Edizioni di AR, casa editrice di Franco Freda, ex  terrorista nero, ex Ordine Nuovo, 14 anni di carcere alle spalle per  vari attentati, assolto per la strage di piazza Fontana (sebbene la  Cassazione specifichi che fu organizzata da un gruppo eversivo che lui capitanava).

Ad un giornalista di Repubblica ha  spiegato per email che ha pubblicato il libro “Il Campo dei Santi”  perché l’occupazione straniera non è più un rischio, come quando  scriveva Raspail, ma un fatto.

Chi è Silvia Valerio? Padovana, studentessa di Lettere, sorella di Anna K Valerio (direttore della collana erotica di AR, passata alle cronache  come la musa di Freda, diventato suo marito nel 2012, oltre che massima  interprete italiana di Nietzsche), nota per aver offerto pubblicamente (ma senza successo) la propria verginità al  presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad, tramite la pubblicazione di un  libro “C’era una volta un presidente”.

Coautrice con la sorella del  libro “Non ci sono innocenti”, romanzo scritto nel 2016 che racconta le avventure del gruppo giovanile di AR, di Freda e di Ventura negli anni tra il 1967 e il 1969.

Riteniamo che, a prescindere dalle posizioni politiche di ciascuno, sia  pericoloso in questo momento soffiare sul fuoco dell’intolleranza e  speriamo che con l’intervento e la collaborazione di tutti possa essere  revocata la concessione della sala comunale.

Osservatorio Antifascista Vittoriese

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: