CONTINUA LA RACCOLTA FIRME CONTRO I PROFUGHI ALLA VELA MA TRENTO NON È RAZZISTA

La lega Nord riprenderà giovedì al mercato a Trento la raccolta delle firme contro l’accoglienza di richiedenti asilo alla Vela.

L’iniziativa, accompagnata da dichiarazioni pubbliche inaccettabili dei consiglieri Moranduzzo e Festini Brosa, è presentata come petizione popolare secondo quanto previsto dallo Statuto comunale.

Nulla di strano  dunque. Anzi, come sostenitrice di forme di partecipazione diretta alle scelte delle amministrazioni, dovrei semplicemente accettare l’iniziativa e attendere gli esiti.

Invece continuo a evidenziarne la pericolosità in termini di coesione sociale. Basta leggere il testo della petizione, che contiene palesi elementi di razzismo e porta un chiaro contributo all’amplificazione della percezione di insicurezza.

La Lega Nord, si sa, deprivata delle sue peculiarità localiste e territoriali da Matteo Salvini, molto più vicino a casa Pound che a Gianfranco Miglio, è diventato un partitucolo  nazionalista e identitario, usato dalle altre forze di destra per fare manovalanza e portare acqua al mulino del neofascismo dilagante.

Si presta dunque a svolgere questo ruolo e propone iniziative socialmente pericolose, non avendo altri argomenti politici se non cavalcare il populismo salviniano  che parla, meglio urla, alla pancia della gente dimenticando che la pancia produce un solo prodotto, un  rifiuto decisamente puzzolente. 

MA TRENTO NON È RAZZISTA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: